Timo, un piccolo grande aiuto per i malanni dell’inverno
by 0

Dobbiamo rassegnarci: a Gennaio è freddo. E come leggenda narra "se non ti metti la sciarpa, ti ammali". Il freddo e il vento pungente colgono alla sprovvista soprattutto la nostra gola, ma un piccolo grande gigante può venire in nostro aiuto! Il TIMO!

Alla famiglia botanica “Thymus” appartengono una moltitudine di specie diverse, usate per lo più in cucina ma la medicina popolare attribuiva a questa piccola piantina i giusti meriti. Per secoli infatti il Timo, chiamato spesso Pepolino*, era usato per calmare la tosse e le coliche intestinali, come espettorante, anti infiammatorio, digestivo, sedativo, vermifugo e antibiotico. I fiori seccati venivano riuniti a quelli di lavanda in piccoli sacchetti usati come anti tarma. Insomma un vero e proprio toccasana a 360 gradi!

Il principio attivo cardine del Timo è il suo olio essenziale, ricchissimo di sostanze che fanno davvero di tutto, dal farci digerire il cenone di Natale al farci respirare la notte!

Anche nella cosmesi fa la sua figura, infatti il Timo viene spesso inserito col nome di Thymus vulgaris leaf extract in moltissime formulazioni; Biovera lo ha messo nel suo Detergente mulltiuso per renderlo più antibatterico, antinfiammatorio e delicato; anche Biofficina Toscana lo usa nel suo shampoo delicato. L' attività antimicrobioca del Timo è usata per migliorare le pelli misto grasse nella crema al Timo (ma va?) di Dr. Sheller. Per lo stesso motivo è spesso inserito nei deodoranti e nelle creme per i piedi (rispettivamente Deo Crema Biofficina Toscana e Crema piedi Maternatura).

Dal punto di vista terapeutico Almabriosa ha usato il Timo nel unguento Propoli Balsamica e nella Fitopomata “Timo” che permettono a noi ma anche ai nostri bimbi di respirare liberamente notte e giorno.

In cucina sta bene davvero con tutto! Provate il risotto o la vellutata di zucca con legumi e una spolverata di noce moscata e di timo fresco. La vostra papille gustative impazziranno di gioia!

 

Alice

*da cui la celebre ricetta della pasta PPP - Pomodoro, Pepolino e Pecorino. Provare per credere.

Tiarè Srl - P.iva 02390150460 - REA LU-221847